Archivio dell'autore: INFORMATICA2002

Day Hospital Onco-Ematologico del Policlinico di Messina

A seguito di una convenzione con il Dipartimento di Scienze Pediatriche, Ginecologiche, Microbiologiche e Biomediche dell’Università di Messina, firmato in data 23/10/2014 ed attivata lo scorso mese di Febbraio, il Day Hospital Onco-Ematologico del Policlinico di Messina sponsorizzato dall’ABAL si è arricchito di una nuova importante risorsa riguardante l’equipe medica di supporto. In particolare, il Day Hospital si potrà avvalere della consulenza del Prof. Andrea Di Cataldo dell’Università di Catania che verrà a Messina almeno una volta al mese e per la durata di un intero anno, affiancando la Dott.ssa Zirilli responsabile della struttura. L’ABAL ringrazia il Prof. Filippo De Luca, direttore del Dipartimento, che ha curato i contatti con il Prof. Di Cataldo e che ha proposto la suddetta collaborazione.

– L’Abal ha rinnovato alla Dott.ssa Pina Maisano, per altri 4 mesi dal 01/03/2015 al 30/06/2015, la borsa di studio per laureati in Scienze Infermieristiche Pediatriche.

20141125084803Convenzione_Diartimento_di_Scienze_Pediatriche_Ginecologiche_Microbiologiche_e_Biomediche_e_Associazione_Onlus_ABAL-1 20141125084803Convenzione_Diartimento_di_Scienze_Pediatriche_Ginecologiche_Microbiologiche_e_Biomediche_e_Associazione_Onlus_ABAL-2 20141125084803Convenzione_Diartimento_di_Scienze_Pediatriche_Ginecologiche_Microbiologiche_e_Biomediche_e_Associazione_Onlus_ABAL-3

Progetto ELISEA

Prende il via il ” Progetto Elisea “

Nel mese di dicembre 2007 i giornali locali e anche i quotidiani on line non hanno fatto altro che parlare di questo” Progetto Elisea”, che ha ha portato ha conoscenza tanti messinesi visto l’importanza e la sensibilità di tale argomento. Noi lo evidenziamo con un articolo scritto da Tiziana Zaffino il 12 Dicembre 2007 su ” Il cittadino di Messina ” un noto quotidiano on line. coppolalv3 L’ importante iniziativa è stata presentata alla stampa stamani al      Palazzo dei Congressi del Policlinico di Messina. A volte, e questo  progetto ne e una prova, la fine di qualcuno puo rappresentare anche  l’inizio di una nuova avventura. Qualche mese fa, infatti, ha perso la  vita una donna, malata di leucemia che poco prima di lasciare i suoi  cari ha espresso il desiderio di voler creare qualcosa che fosse  veramente utile a chi combatte contro malattie per le quali sono necessarie cure costanti. La donna era la suocera del giocatore del Messina Calcio, Carmine Coppola, che ha accolto l’appello ed ha deciso di rendere reale quel sogno. Si e recato all’Abal di Messina (Via Industriale, 128), Associazione per bambini e adulti leucemici, e si e iscritto con l’intenzione di migliorare la vita dei malati di leucemia attraverso la realizzazione di una camera sterile al reparto di Ematologia del Policlinico.Ecco come nasce il progetto Elisea. L’abnegazione e la sensibilita dell’Abal e del giocatore del Messina Calcio Coppola, insieme all’Universita di Messina e all’Aou, hanno dato vita cosi ad una raccolta fondi da destinare alla creazione della camera sterile per i malati di leucemia. L’iniziativa, fortemente voluta dal Rettore Francesco Tomasello e dal presidente del Messina Calcio Pietro Franza, ha gia preso il via con momenti di solidarieta nelle scuole. In decine di istituti scolastici, infatti, grazie all’interessamento del direttore del Csa di Messina, Gustavo Ricevuto, sono stati raccolti dei fondi da devolvere per l’infanzia attraverso la vendita di statuine di Babbo Natale. Il presidente e il vicepresidente dell’ABAL, Guglielmo Mondio e Giovanni Costanzo, insieme con il direttore Sanitario dell’Aou,Giovanni Materia, la professoressa Caterina Musolino, il presidente e il direttore sportivo del Messina Calcio, Pietro Franza e Sergio Gasparin, fanno appello a tutti i cittadini messinesi affinche attraverso un piccolo gesto di solidarieta possano contribuire, in tempi brevi, alla costruzione della camera sterile per i pazienti con malattie oncoematologiche.Come afferma il tesoriere dell’ABAL Paolo Sindona, bisogna raccogliere, infatti, 100.000 euro ed entro settembre 2008 il progetto sara completato.

Chi volesse contribuire all’iniziativa puo farlo versando qualsiasi quota nel conto corrente postale 16319980, specificando nella causale “Progetto Elisea”. Per ulteriori informazioni visitare il sito www.abalmessina.it o chiamare al numero 349 5908985 . Nella foto, da sinistra: Giovanni Costanzo, Guglielmo Mondio, Pietro Franza, Carmine Coppola, Francesco Tomasello, Caterina Musolino, Puccio Anastasi, Giovanni Materia.

Si comunica che, a tutto Dicembre 2008, grazie ai contributi ed alle varie attività dell’ABAL, si è raccolta per questo progetto la somma di Euro 70.000

Conservazione delle staminali – Nuovo centro al S. Vincenzo di Taormina.

Il giorno 7 Febbraio 2009, presso l’Ospedale San Vincenzo di Taormina, sara inaugurata l’Unita di Criopreservazione di Cellule Staminali del Servizio di Medicina Trasfusionale. L’impianto criogenico
e gli arredi dell’Unita sono stati donati dalla nostra Associazione grazie anche alla generosita di molti privati e del Lions Club di Taormina che hanno voluto dare a questo progetto ABAL il loro sostegno
economico.
Ringraziamo quindi in particolare le socie ABAL Anna De pasquale e Imma Cardia, la prima per aver offerto quasi la meta del costo dell’impianto e la seconda per aver fornito tutti gli arredi necessari alla funzionalita dell’Unita stessa.
All’ingresso dei locali di quest’ultima verra apposta una targa commemorativa in memoria dei Signori De Pasquale (genitori della Prof.ssa Anna) e del loro nipote Claudio Malara, socio fondatore dell’ABAL e gia medico presso il San Vincenzo, alla cui instancabile e fattiva opera si deve la realizzazione di questo progetto.
Saranno presenti all’inaugurazione il Direttore Generale della USL 5 Dott. Salvatore Furnari e i Direttori
della Divisione di Ematologia e del Servizio Trasfusionale del San Vincenzo, Dottori Mario Russo e Mario Alessi